martedì 28 luglio 2020

La bella stagione


Ciao a tutti come state? Qui molto bene, l’estate è infatti nella norma con qualche giorno fresco che fa venire la voglia di mettersi una felpa al mattino. Il giardino procede in modo molto autonomo, quasi troppo e la cosa non mi piace. Non riesco a godermelo come vorrei ma spero di dedicargli una giornata intera prima di agosto per poter perlomeno raddrizzare e legare ai tutori le perenni più vigorose che già in questi giorni stanno soffocando le più esili.

Nella zona più soleggiata le fioriture sono molto vistose.


Al centro si può osservare una varietà gialla di belamcanda che curiosamente è nata spontanea dai semi di una classica arancione. Per anni ho aspettato invano che la pianta madre producesse della prole ma dopo quatto anni mi sono arreso. Da qualche stagione trovo invece piccole piantine ovunque, persino in mezzo al prato.

Iris domestica giallo
La pianta madre continua a ingrandirsi e a fiorire malgrado l’ombra del ciliegio! La fioritura ombreggiata è simile a quella in pieno sole ma la rigidità della pianta cambia molto. In ombra o mezz’ombra ha bisogno un tutore per stare dritta.

Iris domestica
Tra i gigli spiccano i martagoni rosa che come ogni anno si superano sotto al faggio pendulo mentre i delphinium azzurri innalzano le spighe per farsi notare. Negli ultimi anni si sono disseminati anche loro ma il colore non è variato.

Lilium martagon
I gigli botanici sono i più belli ma per colpa del poco spazio posso permettermi solo poche specie come questo gigante arancione che tocca i due metri d’altezza.

Lilium henryi
Il tigrinum si avvicina alle varietà più classiche vendute anche nei supermercati ma la sua forma e i punti scuri lo rendono molto riconoscibile. La versione bianca è una delle mie preferite.

Lilium tigrinum ‘Sweet Surrender’
Tra le varietà da supermercato c’è questo giglio bianco dell’Aldi. Erano tre bulbetti rinsecchiti che dopo un paio d’anni si sono trasformati in mostri di quasi 180 centimetri. I fiori enormi sono l’attrazione principale dell’aiuola.


Vicino al muro di confine si trovano invece i Landini, più piccoli ma molto fioriferi. Il fiore molto scuro ha la caratteristica di durare molti giorni anche nelle giornate calde e soleggiate.

Lilium 'Landini'
Se i gigli sono tutti fioriti, i flox stanno appena cominciando a partire dal bel blu in mezz’ombra. È soffocato dalle sue vicine ma riesce sempre a produrre delle vistose pannocchie.

Phlox 'Blue Paradise'
Poco distanti le echinacee sono esplose nell’aiuola lungo il muro. Questa stagione sono molto esuberanti e sono fiorite benissimo in quasi tutto il giardino. In questo caso sono in compagnia dell’Allium sphaerocephalum che quest’anno è rimasto eretto da solo malgrado i temporali.

Echinacea purpurea
All’ombra i deinanthe bianchi sono sbocciati al meglio così come quelli blu che mi sono scordato di fotografare.

Deinanthe bifida
Io per ora vi lascio e vi auguro una buona estate!

Astilbe chinensis var. pumila
 
Eryngium agavifolium
Aggiungi didascalia





3 commenti:

  1. Gabriele,
    your garden is awesome, I see this season is very successful for you. I love your lilies, especially martagon and Lilium henryi.
    Wish you warm summer!

    RispondiElimina
  2. Quei figli e quei delphinium...Stupendi!

    RispondiElimina
  3. Anche in estate il tuo giardino splende... non nego un po' d'invidia per il tuo clima :) Buon agosto!
    Paola

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...