sabato 24 settembre 2016

Puntuali settembrini

Ciao a tutti come state? Finalmente nelle scorse settimane il clima ci ha donato qualche giorno di pioggia che ha dato sollievo al giardino ma che non basta sicuramente per ritemprare una natura che riceve troppa poca acqua da due anni. Qui nella zona il bosco è seccato come l'anno scorso e molte piante, anche vecchie, hanno perso tutte le foglie. Come se non bastasse il comune ha ridotto l'erogazione dell'acqua. La cosa positiva sono le temperature che scendendo di colpo si sono stabilizzate intorno ai 24 gradi. Nel giardino le piogge hanno aiutato sicuramente molte fioriture come quelle delle anemoni giapponesi.

Una strana combinazione tra Alstroemeria 'Indian Summer' e Anemone hupehensis 'Pamina'
I settembrini non si sono fatti attendere e sono fioriti quasi tutti nello stesso momento.

Symphyotrichum 'Vasterival'
Tra i più alti c'è il Vasterival che può raggiungere comodamente i 180 centimetri d'altezza. Personalmente è quello con il colore che preferisco anche se quelli azzurri non sono da meno.

Symphyotrichum ericoides ‘Herfstweelde’ sullo sfondo.
Grazie a queste fioriture l'aiuola contro il muro è sicuramente una delle più autunnali.

La regina dell'aiuola è di sicuro la Salvia 'Amistad' in fondo.
Anche nell'aiuola sotto il ciliegio un azzurro settembrino ci regala la sua bellissima e leggera fioritura.

Symphyotrichum 'Little Carlow'
Pienamente fiorito diventa così.


La piacevole combinazione con una persicaria autunnale compatta e molto fiorifera mi piace sempre di più.

Persicaria virginiana var. filiformis 'Ballet'
Nella stessa aiuola ci sono ancora colori che si trascinano dall'estate.

Rudbeckia subtomentosa 'Henry Eilers' in giallo
Spostandoci verso il confine troviamo il bel settembrino blu che sta in giardino da molti anni e che ultimamente tenta di disseminarsi dappertutto. È partecipe di una classica combinazione con sedum e un Panicum che tra poco dovrebbe cominciare a colorarsi.

Symphyotrichum novi-belgii 'Professor Kippenburg'
Io per oggi vi lascio con una graminacea dalla fioritura più che generosa. Una buona domenica a tutti voi!

Stipa brachytricha 



domenica 4 settembre 2016

Ci vuole un po' d'acqua

Ciao a tutti come state? Qui è tutto secco dato che non piove come si deve da più di un mese e il vento che tira nella valle non aiuta di certo le piante che hanno sete. La sfortuna vuole che il comune stia facendo dei grossi lavori sulla rete idrica e quindi l'acqua va usata con parsimonia e per questo mi tocca irrorare con l'annaffiatoio solo le zone più secche e bisognose. Le previsioni del tempo, poco affidabili, non aiutano visto che prevedono regolarmente la pioggia che infine, in realtà, non arriva.

Oggi è nuvoloso e sarebbe dovuto piovere ma non è caduta una goccia quindi speriamo in un abbassamento delle temperature con l'arrivo dell'autunno.

La zona del prato.
La verbena non patisce la sete e come ogni anno fiorisce e rifiorisce fino all'autunno. Devono aver gradito anche la scorsa stagione ancora più calda e secca perché in primavera ho trovato piantine praticamente ovunque, anche tra le fughe delle piastrelle.

Una crescita pazzesca l'ha avuta anche la bellissima salvia piantata vicino al rubinetto dell'acqua che ha quasi raggiunto i due metri di altezza.

La Salvia 'Amistad' sovrasta tutto.
I suoi fiori viola che sbucano da un calice quasi nero creano un bellissimo quadro con tutte le tonalità di azzurro e rosa che ci sono nelle vicinanze.

Uno degli scorci più belli di queste settimane.
Anche il vialetto di pietra sta dando soddisfazione! Le nuove piante messe a dimora in primavera si sono sviluppate in maniera tale da non invadere il camminamento e creano una bella, seppur piccola, bordura.

La parte iniziale del vialetto.
Questa zona non è esposta molte ore al sole ma resta comunque una delle più secche del giardino. Per fortuna le piante resistono bene anche con pochissime innaffiature, felci comprese.

Davanti alle felci continua a fiorire da settimane la Kirengeshoma.
Non molto lontano, sotto al faggio pendulo piantato qualche mese fa, fiorisce questa bellissima clematide che non arrampica. Possiede il portamento di una normale perenne e fiorisce sullo stelo all'ascella delle foglie. I fiori sono spessi, rigidi e di un bellissimo colore blu.

Clematis heracleifolia
Aspetto con ansia di vedere se questa piccola graminacea produrrà fiori ma probabilmente è ancora troppo giovane e piccola.

Miscanthus sinensis 'Gold Bar' 
Nell'aiuola sotto il ciliegio è in piena fioritura la rudbeckia che fiorisce con i petali a forma di cucchiaio.

Rudbeckia subtomentosa 'Henry Eilers'
Per la prima volta riesco a vedere anche i fiori del ciclamino napoletano che sinceramente credevo di aver perso durante la primavera.

Cyclamen hederifolium
Io per oggi vi lascio con le anemoni che cominciano a fiorire! Una buona settimana a tutti voi!

Anemone hupehensis 'Ouvertüre'
Anemone hybrida 'Honorine Jobert' con l'Hibiscus 'Hamabo'


mercoledì 17 agosto 2016

L'anno dell'oidio

Ciao a tutti come state? L'altro giorno si parlava delle malattie nei giardini in questa stagione e tutti abbiamo constatato che quest'anno sia stato un disastro. Parlo in particolare dell'oidio che è presente su alcune perenni già da marzo. È un fungo che si sviluppa all'esterno delle foglie ma non è così facile liberarsene anche se si usano prodotti appositi. Da qualche settimana sto però provando a spruzzare l'olio di colza sulle foglie colpite e devo dire che in parte funziona. L'ho testato solo sui flox e i settembrini con discreti risultati ma so per certo che su alcuni tipi di piante l'olio potrebbe causare bruciature in quanto tende a chiudere i canali con i quali le foglie respirano.

Alcune varietà di flox sono però meno soggette all'oidio come questa di color arancio, in assoluto la mia preferita.

Phlox 'Orange Perfection'
Tra i più fioriferi c'è anche questo, a dir la verità fin troppo vistoso.

Phlox 'Europa'
Sotto al ciliegio continua a fiorire la succisella con le sue infiorescenze sferiche e bianche. In unione ad altre perenni dalla diversa forma e portamento produce un bel contrasto.

Succisella inflexa 'Frosted Pearl'
All'ombra scopro con piacere l'infiorescenza di una perenne appartenente alla famiglia delle ortensie. Proviene dalle zone ombrose di alcune regioni giapponesi e probabilmente, proprio per questo, fa molta fatica qui da me dove da un giorno all'altro la temperatura cambia di 10 gradi. Bisogna però dire che assomiglia davvero al fiore di alcune ortensie e spero che possa adeguarsi al luogo d'impianto per ingrandirsi il prossimo anno.

Cardiandra alternifolia 'Pink Geisha'
Sempre con le stesse esigenze, che troppo spesso mancano, fioriscono le kirengheshome, ma si possono chiamare così al plurale?

Kirengeshoma palmata
Con delle esigenze del tutto diverse sfoggia la sua bellezza questo particolare origano.

Origanum rotundifolium 'Kent Beauty'
Per quello che riguarda i rampicanti la dicentra continua a stupirmi, sebbene sia molto disordinata nella crescita fiorisce ininterrottamente da mesi.

Dactylicapnos scandens
Tra gli scalatori più interessanti di quest'anno ci sono gli aconiti. Il primo a fioririre è stato l'autroyunnanense che arrampica sull'arco insieme alla lonicera e alle clematidi. Questi fiori precoci nascono singoli e anticipano di settimane i grappoli che dovrebbero apparire in ottobre. C'è un solo problema, soffre moltissimo il secco, almeno credo sia quella la causa della moria improvvisa di alcuni rami; d'altra parte le piante originarie della Cina non hanno un grande successo da me.

Aconitum austroyunnanense 
Io per ora vi lascio con qualche altra fioritura di questa settimana! Buona continuazione a tutti!

Un Helenium sconosciuto, unico superstite della siccità negli scorsi anni.

Fuchsia magellanica 'Tricolor'

Thalictrum delavayi 'Hewitt's Double'

Ligularia dentata 'Desdemona'

lunedì 1 agosto 2016

Un larice, una follia

Ciao a tutti come state? Io ho finito le ferie e domani ricomincerò a lavorare! La consolazione è che quest'anno sono riuscito a fare almeno due giorni di vacanza vera, da Gabriele che mi ha gentilmente invitato a Bolzano per lo scorso fine settimana! Devo dire che dopo i lavori in giardino, alla casa e soprattutto nell'altro terreno e al rustico è stato bello fare due giorni senza pensieri; invidio chi può farlo per tutte le ferie! Durante i due giorni abbiamo visitato il bellissimo parco botanico del Castel Trauttmansdorff ma di questo parlerò nei mesi invernali, quando avrò più tempo per scrivere un post decente al contrario di quelli degli ultimi tempi.

Oltre al parco botanico siamo andati in un bellissimo vivaio chiamato Galanthus che è proprio attaccato ad un vecchio convento. C'erano davvero piante particolari tra le quali delle belle conifere nane e quindi, vista la mia malattia per le resinose, non ho resistito e ho acquistato un bel larice contorto che credevo di piccola statura. L'ho subito piantato ma non nell'altro terreno, bensì nel giardino di perenni. Nel giorni successivi, cercando in rete, ho scoperto che di nano non ha proprio nulla in quanto possiede una crescita massima che si avvicina ad un normale larice. Poco male, in quella posizione può crescere benissimo fino a 4 metri ma può essere aiutato a contorcersi piegando i rami.

Larix kaempferi 'Diana'
Nell'immagine si vede anche la fioritura della Digitalis x mertonensis che quest'estate ha preso una strana forma.
Nelle vicinanze sta fiorendo anche una bellissima Fuchsia perenne che avevo messo a dimora lo scorso autunno della quale, purtroppo, ho perso il nome.

La Fuchsia perenne fiorisce in questi giorni.
Agosto è anche il mese in cui cominciano a fiorire tutte le Persicarie e oggi volevo mostrare la rossa che sta nell'aiuola sotto al ciliegio. È molto comoda in quanto possiede un altezza massima di 60 centimetri ed è anche molto compatta di foglia.

Persicaria amplexicaulis 'Red Baron' con le prime spighe rosso scuro.
Quell'aiuola è una gran soddisfazione e non vedo l'ora di vederla tra qualche mese, quando le altre persicarie e i settembrini saranno fioriti.

L'aiuola sotto al ciliegio comincerà tra poco a riempirsi di colori.
La persicaria rosa e l'iris arancione sono però ben visibili da tempo.


Iris domestica
Come già detto la scorsa settimana ci sono fioriture che quest'anno non si sono accavallate e il giardino sembra molto diverso dalla scorsa stagione.

Agastache rugosa 'Alabaster' sullo fondo, in bianco.
L'Agastache bianco è sempre una conferma: non si ammala, non soffre il clima pazzo e si alza sempre più di un metro e mezzo. Le spighe bianche attirano una quantità infinita di api e altri insetti volanti inoltre sono belle anche in inverno perché rimangono secche sulla pianta. L'unico problema sta nel fatto che questa perenne produce migliaia di semi e tutti germinano!

Agastache rugosa 'Alabaster'
Dall'altra parte del giardino sta fiorendo un suo simile a foglia quasi gialla.

Agastache foeniculum 'Golden Jubilee'
 Un'altra spiga interessante è quella del Veronicastrum bianco che essendo più basso di quello rosa risulta essere molto più rigido. La cosa bella è che la pianta attira più insetti di tutte le altre.

Veronicastrum virginicum 'Alba'
Io per ora vi lascio con l'angolo del tavolino tra le perenni. Un saluto a tutti!


martedì 26 luglio 2016

Le prime vere fioriture estive

Ciao a tutti come state? Qui dopo queste settimane di caldo e siccità ha finalmente piovuto e la temperatura è leggermente scesa. Il giardino ora è piuttosto rigoglioso e bello da vedere ma dalle immagini della scorsa settimana si può notare un po' di sofferenza. Credo che per colpa della primavera fresca e piovosa che ha rallentato la crescita seguita dall'estate improvvisa e calda alcune perenni siano rimaste un po' minute, soprattutto le echinacee che sono grandi la metà rispetto alla scorsa stagione.

Malgrado tutto con le innaffiature regolari le aiuole hanno subito un stress minore dello scorso anno ma questo mi ha bloccato a casa nei miei giorni di vacanza.

All'aiuola del muro mancano i fiori dei flox che sono in estremo ritardo.
Quest'anno ho amato particolarmente quella semplice varietà di hemerocallis alla quale non riesco a dare un nome. Il colore lo fa assomigliare ad una fiamma anche se in secondo piano.

In primo piano la profumatissima Rosa 'Melody Parfumée'
Nella mezz'ombra del ciliegio si scatena la persicaria rosa che è a dir poco perfetta: fioritura vistosa, belle foglie e una rigidità che le permette di non sdraiarsi a terra. Probabilmente la rivedremo altre volte prima dell'autunno!

Persicaria amplexicaulis 'Jo and Guido's Form'
Nella zona del sentiero lastricato le piante si sono sviluppate quasi fino a coprire il passaggio ma dopo tutto era quello che volevo. Ho apprezzato soprattutto la monarda rossa che quest'anno si è fatta notare egregiamente, Vedremo i dettagli un po' più tardi, quando le tempistiche permetteranno più approfondimenti.

Monarda 'Cambridge Scarlet'
Sfiorisce dopo settimane anche l'achillea sui toni rossi che purtroppo, come molte altre perenni, è stata legata per via delle tempeste estive di quest'anno.

Achillea millefolium 'Terracotta'
Sparpagliati nel giardino stanno fiorendo alcuni gigli dai toni bianchi acquistati in saldo al supermercato, mai ci avrei sperato.

In sottofondo qualche digitale impazzita sta ancora fiorendo.
All'ombra dell'albero di Giudea è fiorita la bella digitale che mi aveva regalato Moreno due anni fa. Spero riesca a disseminarsi ovunque!

Digitalis ferruginea 
Finalmente qualche settimana fa sono riuscito a godere di una bella fioritura di Chitalpa che dal momento della piantagione è cresciuta tantissimo!

X Chitalpa tashkentensis
Io per oggi vi saluto con una graminacea particolare che fiorisce ad angolo retto rispetto al suo stelo!

Bouteloua gracilis 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...