domenica 28 gennaio 2024

Evoluzione del giardino

Ciao a tutti, come state? Qui tutto bene anche se il giardino è ancora fermo e questo è positivo visto che in questi mesi parto al lavoro con il buio e torno con il buio. Comincerò a pulire e potare quando le giornate si allungheranno ulteriormente e sinceramente non vedo l’ora visto che dovremmo spostare ancora qualche pianta dal vecchio giardino al nuovo.

Quando abbiamo preso la casa circa tre anni fa nel giardino c’erano solo palme e vecchie piante da frutta malate. Abbiamo tagliato e pulito tutto lasciando due ortensie, una magnolia soulangeana e una serenella che stiamo pian piano ringiovanendo.

A questo punto avevamo già creato la scala che colma il dislivello all’inizio del terreno e pulito tutte le piante di troppo portando in discarica quasi 1000 chili di materiale vegetale.

Dopo la scala abbiamo cominciato a piantumare qualcosa nella piccola scarpata a fianco con piante prese dal vecchio giardino ma i lavori sono lenti e vengono svolti la sera dopo il lavoro.


Come anticipato, le piante sono state prelevate o divise dal vecchio giardino. Molte sono frutto di scambi o di regali come quelle nella foto che abbiamo ricevuto da un amico che ha dovuto smantellare velocemente il suo vecchio vivaio. In generale tutto il giardino è formato da materiali o vegetali a costo zero, riciclati o derivati da scarti di magazzino o cantiere. I soldi spesi in questi anni sono davvero pochi e sono stati usati per piante rare o trovate nelle fiere specializzate nei vasi più piccoli possibili.

Ho voluto precisare la provenienza delle piante perché spesso sui social vediamo persone che per fare i propri giardini spendono centinaia di euro a fiera o che espongono bauli traboccanti di vasi quando in realtà con pochi soldi e un po’ più di tempo si possono fare delle grandi cose.

In questo caso abbiamo continuato l’aiuola sul bordo della recinzione e abbiamo prolungato quella a sinistra. In fondo c’è l’inizio di un nuovo spazio.

L’idea è sempre stata quella di proporre molte varietà botaniche e nel farlo amo costruire dei passaggi per godere del giardino in ogni angolo. Visto lo spazio piccolo non ho mai optato per le aree aperte e visioni d’insieme anche perché il giardino è visibile dall’alto della strada nella sua completezza.

Questo era due anni fa circa. Più o meno c’è una bozza di quello che dovrebbe essere la zona delle aiuole prima dei camminamenti in pietra. Con l’arrivo delle lastre in quarzarenite abbiamo inserito un vialetto che dalla scala costeggia l’aiuola con i blocchi di sasso e abbiamo inserito un’aiuola tondeggiante che completa la zona. In mezzo c’è una bella magnolia Daphne che per ora non sbuca ancora dalla selva di perenni.

Le lastre sono uno scarto di alcuni lavori fatti in azienda e hanno il pregio di restare molto pulite malgrado l’ombra o l’umidità. Inoltre tra le fughe germogliano moltissime piante da seme che solitamente non nascono in mezzo al granito o altre pietre. Non so come possa succedere ma è una cosa che ho sempre notato anche nel vecchio giardino: alcune piante mai disseminate hanno cominciato a farlo solo nelle fughe di questi vialetti dopo aver posato le pietre. Queste sono state posate anche andando verso l’aiuola a ferro di cavallo che non frattempo è stata allargata.

Altri cambiamenti sono avvenuti e molti verranno fatti questa primavera quando la parte di orto verrà tolta. Per ora vi saluto e vi auguro una buona fine dell’inverno.


16 commenti:

  1. You have made great progress, Gabriel! I am sure you cannot wait for spring and those longer days to give you more time to work in the garden. I look forward to seeing what you do next.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kris, farò vedere il nuovo spazio. Avrei voluto fare qualcosa domani ma piove da giovedì notte e non smetterà fino a domani.

      Buona serata.

      Elimina
  2. Hi Gabriel!
    What a transformation in your garden, it lokes great. Incredible just in two years. It is beautiful.
    Have a nice day /Marika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marika, si, solo due anni ma molto intensi. Quando smetterà di piovere comincerò un nuovo spazio.

      Un abbraccio.

      Elimina
  3. Hallo Gabriel,
    so viel geschieht in deinem Garten. Und es sieht nach der kurzen Zeit schon ganz wunderbar aus. Mir gefallen die Kakteen mit ihren bunten Blüten besonders gut.
    Ich habe meinen Garten auch hauptsächlich mit Ablegern von Nachbarn oder selbstgezogenen Pflanzen angelegt. Nur die Rosen habe ich gekauft.
    Liebe Grüße
    Anette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anette, una delle soddisfazioni più grandi è quando hai un giardino basato su scambi, divisioni o regali. Credo sempre che sia un valore aggiunto. Complimenti!

      Un caro saluto.

      Elimina
  4. Hi Gabriel,

    Your garden looks very beautiful. You have done a great job. Lovely photos!

    Have a nice evening.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie! Tra poco metteremo qualcosa di nuovo.

      A risentirci presto!

      Elimina
  5. Comprare le piante è facile, il bello è farle durare!
    Purtroppo i social cercano l'effetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È quello che penso anche io ma poi solitamente gli esibizionisti vegetali vanno un po' a perdersi. Bello farle durare ma alcune sono impossibili :D

      Ciao Sara, buona serata.

      Elimina
  6. Se ve un jardín precioso. Saludos.

    RispondiElimina
  7. Ottimo lavoro, Gabriele. È sempre interessante confrontare nelle foto come era il terreno dopo l'acquisto e come appariva il giardino dopo 2-3 anni. Ho anche piantato piante separate dal vecchio giardino in quello nuovo. Soprattutto hosta, arbusti, rose, piante perenni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Vero! È sempre interessante! Bello piantare quello che riusciamo a dividere, soprattutto nelle perenni! Ora ho tre o quattro arbusti da spostare dal vecchio giardino a cui tengo ma purtroppo pioverà intensamente fino a domani sera. Spero di poterlo fare nel prossimo wee end.

      Buona serata, un abbraccio.

      Elimina
  8. Il tuo giardino è bellissimo, siete stati bravissimi a creare dal nulla un gioiellino così. Tutto si può fare quando si ha tanta passione. Le piante sono fortunate quando vengono da te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina! È bello sentirti! Come stai? Devo dire che il giardino si gestisce abbastanza bene da solo. Richiede solo qualche sfoltimento e una bella pulizia in primavera. Da domani torna il freddo e vedremo come reagiranno i fiori 🙃

      Un saluto e a risentirci presto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...