sabato 7 gennaio 2017

Naret

Ciao a tutti e buon anno! Come state? Passate delle buone feste? Qui, come in tante zone d'Europa, è arrivato un gran freddo e visto che la natura è ferma approfitto per rispolverare una bella gita in montagna fatta questa estate.
Durante l'anno ho in genere 4 settimane di ferie e gran parte di esse sono occupate dal giardino ma soprattutto dall'altro terreno. Alcuni giorni per rilassarsi devono comunque essere presi e li passo di norma sulle montagne della zona che non hanno nulla da invidiare ad altre parti del mondo prese di mira dai turisti. Bisogna anche dire che abito in una regione dove in poco più di un ora si riesce a passare dal un clima quasi tropicale come quello di Brissago a quello più alpino dove in agosto c'è ancora la neve.


La zona è quella del Naret, in alta Vallemaggia. Personalmente amo questi luoghi perché offrono sia spettacoli quasi lunari come quelli dell'immagine sopra sia delle classiche vedute alpine con i laghetti.


Si può arrivare fino alle dighe con l'automobile ad un altezza di 2300 metri e da li si possono percorrere diversi sentieri che costeggiano creste e laghetti vari a dipendenza del percorso scelto. Se poi si ha la fortuna di trovare una giornata perfettamente limpida si può godere del bellissimo azzurro dei lago grande.


Lungo i sentieri percorsi non è stato difficile trovare ancora la neve che sciogliendosi crea dei bellissimi ruscelli con acqua limpidissima. Uno spettacolo offerto solo dalle montagne dove sono situati i nostri ultimi ghiacciai.


La zona non è fiorifera come i già discussi laghi di Chiera o il Lucomagno ma propone lo stesso bellissime fioriture tipiche delle Alpi. Un esempio classico è questo ranuncolo bianco che ama particolarmente l'acqua. Come molte piante alpine è di ridotte dimensioni ma spicca ai lati dei torrenti o delle pozze umide.

Ranunculus alpestris
Sempre nelle vicinanze, lungo il sentiero che porta alla capanna del Cristallina, si trova una gran quantità di genziane, quelle più classiche che tutti conoscono.

Gentiana acaulis
Solitamente è impossibile non vederle visto il loro blu quasi perfetto che però, a parer mio, è battuto alla grande dalle loro parenti più piccole.

Gentiana brachyphylla
Dopo aver preso un altro sentiero per raggiungere il lato nord del lago grande si attraversano dei grandi prati incontaminati che offrono dei bellissimi colori vivaci.

Geranium sylvaticum
Bartsia alpina
Da qui si risale verso una bocchetta con vista sulla Leventina e il suolo particolarmente asciutto e sassoso favorisce la crescita di altre essenze come queste margherite minuscole che apprezzo sempre molto.

Leucanthemopsis alpina
Una tra le specie che mi ha colpito di più cresce su terreni completamente ghiaiosi ma offre un piccolo spettacolo azzurro cielo che fa rimanere a bocca aperta, soprattutto se pensiamo che il tutto si sviluppa in qualche centimetro di diametro.

Myosotis alpestris
Raggiunta finalmente la bocchetta dopo mezz'ora di salita si può fare una pausa godendo della vista sulle Alpi più interne ma anche sulla geologia che porta alla vista i diversi strati rocciosi di cui sono fatte queste montagne.


Qui le rocce sono ricoperte da un leggerissimo strato di terra che però è sufficiente a far proliferare alcune perenni molto interessanti come le armerie.

Armeria alpina
Dove il suolo è più roccioso si possono trovare anche delle saxifraghe minuscole in compagnia di alcuni nontiscordardime come quelli visti in precedenza.

Saxifraga bryoides
Sempre sui sassi si sviluppa una delle piante più affascinanti di queste montagne. Credo sia una Silene ma non sono totalmente sicuro. Senza fiori sembra addirittura un muschio ma poi si tinge interamente di rosa.

Silene acaulis
L'ultimo sentiero riporta alla diga ma lo spettacolo non finisce grazie alle arniche che fioriscono nei prati con la vista sul lago.

Arnica montana
Io consiglio sempre di fare delle passeggiate in montagna visto che abbiamo la fortuna di avere le Alpi a pochi passi da casa. Il problema del giorno d'oggi è che la pubblicità ci bombarda con queste mode di viaggiare nel mondo, cosa assolutamente non sostenibile e distruttiva per la natura che a volte non è nemmeno così soddisfacente per noi che lo facciamo. Se vivessimo in un luogo orrendo posso capire la voglia di viaggiare lontano ma l'Italia e le Alpi svizzere sono conosciute a livello mondiale e un motivo ci sarà. Forse abbiamo dimenticato di apprezzare le cose che abbiamo intorno o forse non ci accontentiamo più nemmeno di quelle.

Per oggi vi saluto e vi faccio i migliori auguri per questo nuovo anno.

31 commenti:

  1. Danke, ganz herzlichen Dank für diesen wunderbaren Post mit der tollen Beschreibung, den außergewöhnlichen Fotos dieser grandiosen Landschaft mit ihrer einzigartigen Flora. Zu gerne wäre ich dort gewandert, um diese atemberaubende Natur zu genießen. Ja, wenn man in Norditalien lebt und die Schweizer Alpen vor der Haustüre hat, braucht man nicht weit zu reisen, um Urlaub zu machen.
    Ein frohes Neues Jahr.
    Liebe Grüße
    Edith

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edith, le immagini non rendono giustizia purtroppo, dal vivo è uno spettacolo infinito :)

      Un buon anno anche a te :)

      Elimina
  2. Spettacolo "lunare"meraviglioso.Grazie per l'esursione in tua compagnia. Mi piace il tuo blog perchè ogni fiore o pianta ha il suo nome ed io imparo tanto.
    Saper guardare e vedere tutte le piccole meraviglie fiorite, non è da tutti: ci vuole occhio e cuore. In qusti giorni di festa, fb e i social sono zeppi di foto di persone in vacanza in posti improponibili, su spiagge esotiche ecc...cercano sempre l'impossibile: l'estate la neve e l'inverno con 30°. In questi giorni di temperature basse -5 -3 anche a mezzogiorno, passeggiare all'aria aperta ben coperti è un piacere, aria frizzante, giornate limpide e terse. Al rientro tisane calde e dolcetti. Un coccolarsi che dà piccole gioie.
    Buon Anno maestro Pontos( La Laura cit.)ci leggeremo e ci terremo compagnia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura! Concordo, è angosciante vedere le immagini di persone ai tropici o chissà dove, da una parte beati loro, dall'altra non fa per me! Noi che stiamo al freddo apprezzeremo di più la primavera :)

      Sentiamoci al più presto :)

      Elimina
    2. Condivido quanto dice Laura, è stato bello anche per me partecipare all'escursione e apprezzo molto i nomi in calce alle foto, cosa rarissima e preziosa. Io vivo in provincia di Lucca e non sono mai stata sulle Alpi, quindi sarà ancora più interessante leggere questo blog, ho tutto da imparare.

      Elimina
  3. Oh, my dear, it's a very bad translation!!!
    Regards, Edith

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla Edith, un po' di tedesco lo capisco e con l'aiuto di google diventa tutto completamente comprensibile :)

      Elimina
  4. La flora montana è qualcosa di meraviglioso. Chi non l'ha mai vista non può immaginarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione, i colori sono brillanti e tutte le piante sono perfettamente sane :)

      Un saluto!

      Elimina
  5. E ovunque vada Pontos ci colora gli occhi con splendidi fiori ;) ciao "maestro"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura! È un piacere :)

      Ci risentiamo presto!!

      Elimina
  6. Wow, das sind wundervolle Bilder!

    Lg kathrin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kathrin! Grazie mille :)

      Buona continuazione :)

      Elimina
  7. Ci ricordi la bellezza delle "piccole" cose.Ciao e buon anno.valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, purtroppo è il problema del giorno d'oggi. La pubblicità e le mode rendono le piccole cose banali e la gente ci crede.

      Intanto ti auguro una buona continuazione e una buona primavera :)

      Elimina
  8. Splendidamente lì. Ci sono montagne, il lago e l'acqua blu. Fiori che crescono sono belle. La gioia di guardare tutto. Si deve prendere cura di un posto meraviglioso. Vi auguro un felice 2017 anni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giga, si, abbiamo la fortuna di avere tutto quello fuori di casa :)

      Anche a te un buon anno :)

      Elimina
  9. Quelle montagne mi ricordano i pomeriggi passati con Quinella odds: che ricordi
    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che i quinella siano sempre favorevoli!!

      Un saluto :)

      Elimina
  10. Mi hai fatto venire voglia di andarci!
    E' davvero molto bello, sia il luogo che i fiori che hai incontrato.
    Lo so che ormai siamo quasi a metà mese, ma non ci sentiamo da un pò. Quindi: Buon anno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jampy! In effetti tu non abiti poi così lontano :) Immagino che anche tu non abbia così tanto tempo da dedicare al blog!

      Per questo auguro anche a te un felice anno!!

      Elimina
  11. So lovely and beautiful...
    Love from Titti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Titti! Grazie :)

      Un buon anno a te :)

      Elimina
  12. Che belle montagne e bella flora; come succede anche a me, d'inverno si ripassano le immagini dell'estate alpina per "caricarsi" un po'!
    Buon anno Pontos!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola! Esatto, si vede già la primavera in lontananza grazie alle prime fioriture dell'anno :)

      Un saluto e buon anno anche a te!

      Elimina
  13. How you are right! If you live within such beautiful rocks and lakes you are proud of nature surrounds your place. I envy you and would like to stroll with you too.
    These flowers you showed on your photos are my favorite but they grow here very complicatedly because the soil and climate are unsuitable for them.
    Have a nice week!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Hai ragione! Usarli nei giardini sarebbe impossibile, vogliono condizioni davvero estreme!

      Un buon fine settimana a te :)

      Elimina
  14. Bellissima la montagna d'estate, anche noi non abitiamo così lontani dalle montagne e anche quest'anno abbiamo fatto qualche escursione...
    Le immagini che hai postato sono davvero spettacolari, tanto più che viste in questo periodo dell'anno allargano il cuore!
    Buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Mi piace sapere che apprezzi la montagna, sono sempre meno le persone che ci vanno purtroppo!

      Un saluto e buon anno anche a te :)

      Elimina
  15. Welcome to Sunday morning!
    With great pleasure to watch alpine flowers. They are beautiful and perfect your photos.
    Greetings.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Quelli di montagna sono i fiori più belli :)

      Buona serata!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...